• +393389232456
  • info@sorbosrl.com

Impianti Geotermici

IMPIANTI GEOTERMICI:

L’energia geotermica è quella immagazzinata nella crosta terrestre e può essere estratta dalle pompe di calore attraverso dei sistemi di sonde.

L’energia geotermica è la somma di due componenti principali:

  • il calore proveniente dagli strati più profondi della terra;
  • il calore proveniente dall’ambiente esterno originato dal sole, che si origina dal sole e influenza solo lo strato più superficiale della crosta terrestre,  perdendo di rilevanza oltre i 20 m di profondità. Oltre questa profondità la temperatura della terra si attesta intorno ai 13-15°C fino a circa 100 m, superata questa profondità diviene influente il gradiente geotermico dovuto al calore proveniente dal centro della terra, con una crescita di temperatura di 30 °C ogni 1000 m.

L’energia termica immagazzinata nel terreno può essere valorizzata attraverso una pompa di calore ed impiegata per la climatizzazione.

Le applicazioni geotermiche di tipo tradizionale prevedono un sistema di scambiatori in cui fluisce un fluido termovettore: in inverno la terra cede calore al fluido che a sua volta lo trasferisce alla pompa di calore.

Lo scambio termico prolungato con il fluido termovettore può produrre il raffreddamento del terreno: si può invertire questo processo con il funzionamento estivo, facendo circolare nel terreno un fluido più caldo derivante dai processi di raffrescamento.

Il terreno viene usato in questo modo come serbatoio di stoccaggio in estate e serbatoio di prelievo in inverno.